Da Tesla a Microsoft, perché interessa investire nelle micro-grid “di frontiera”

Redazione QualEnergia.it

L’obiettivo di molti colossi dell’energia e dell’informatica è sviluppare le infrastrutture di rete nelle zone sotto-elettrificate in Asia e Africa. L’industria delle rinnovabili più storage sta prendendo piede, con diversi progetti annunciati o commissionati negli ultimi mesi.

Immagine Banner: 

Non solo Tesla, ma anche Schneider Electric, Engie, Microsoft e Facebook: sono sempre di più le grandi aziende interessate a investire nelle mini-reti rinnovabili sulle isole e nelle zone poco o per nulla elettrificate dei paesi emergenti e in via di sviluppo.

A riportarlo è il Frontier Power Market Outlook pubblicato da Bloomberg New Energy Finance (BNEF).

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
OFF

leggi tutto

da QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari http://ift.tt/2p6srSo
via Roberto Montanaro Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...