“Efficienza, obblighi al ribasso segnale negativo per investitori”, la lettera di EU-ASE a Calenda

Redazione QualEnergia.it

Una lettera per rivedere la posizione del Governo assunta a Malta al Consiglio informale dei Ministri dell'energia UE rispetto all’estensione al 2030 dell’impegno a ridurre dell’1,5% delle vendite medie annue di energia ai clienti finali, prevista dall'articolo 7 della Direttiva.

“Rivedere gli obblighi al ribasso significa mandare un segnale negativo a investitori e consumatori e rallentare ulteriormente la necessaria azione per ridurre il consumo energetico che resta urgente anche in Italia”.

Questo in estrema sintesi il messaggio contenuto nella lettera inviata al ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, firmata dalle imprese dell’efficienza energetica che fanno parte di EU-ASE (European Alliance to Save Energy), tra cui Kyoto Club.

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
OFF

leggi tutto

da QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari http://ift.tt/2qQM14D
via Roberto Montanaro Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...