Dal prescreening alle aste riservate, le soluzioni per “rifare” l’eolico

Luca Re

Rinnovare un vecchio parco eolico in Italia non conviene: le regole sono complesse come quelle per costruire un impianto ex novo. Inoltre, mancano incentivi per il revamping. Approfondiamo con il prof. Alessandro Marangoni le proposte del ministero per capire come potrebbe partire questo mercato.

Immagine Banner: 

Il dibattito sul futuro dell’eolico italiano sta tenendo banco da diversi mesi a questa parte, focalizzato sulle prospettive che si aprirebbero con il mercato dei rifacimenti totali o parziali dei vecchi impianti (articolo di QualEnergia.it sull’ultimo convegno organizzato dall’ANEV).

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
Contenuto a Pagamento

leggi tutto

da QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari http://ift.tt/2srKBuY
via Roberto Montanaro Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...