Obiettivi 2030: come ovviare al rischio di deficit produttivo del settore elettrico in Italia

Redazione QualEnergia.it

Se non vi fossero interventi concreti nei prossimi anni non solo sarà difficile raggiungere i nuovi target UE per le rinnovabili, ma anche fronteggiare il fabbisogno di elettricità del paese. Una ricetta in otto punti presentata da Alessandro Marangoni di Althesys.

Immagine Banner: 

Serve oggi una riflessione sulla questione della sicurezza energetica, a causa del possibile deficit produttivo che si potrebbe verificare nei prossimi anni. L’Italia ha bisogno di un nuovo ciclo di investimenti nelle rinnovabili e nell’efficienza energetica, bioenergie, ma anche per termoelettrico, per ammodernare gli impianti e le reti e diffondere tecnologie smart e piccoli impianti puliti.

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
OFF

leggi tutto

da QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari http://ift.tt/2r2grhF
via Roberto Montanaro Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...