Tra burocrazia e semplificazioni, luci e ombre per le rinnovabili

Luca Re

Burocrazia opprimente, tempi troppo lunghi per le autorizzazioni, conflitti di attribuzione: in Italia le procedure per valutare gli impatti ambientali e paesaggistici degli impianti a fonti rinnovabili sono sempre state complesse e costose per gli operatori. Ora si cerca di snellire il settore. Come e con quali limiti?

Immagine Banner: 

Con il decreto legislativo che modifica le procedure per la Valutazione di Impatto Ambientale e il provvedimento per le autorizzazioni paesaggistiche semplificate, l’Italia proverà a superare alcuni degli ostacoli che frenano la realizzazione di nuovi progetti rinnova

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
Contenuto a Pagamento

leggi tutto

da QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari http://ift.tt/2rGp2a3
via Roberto Montanaro Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...