Rinnovabili ad accesso diretto, un’interrogazione e una vaga risposta del Governo

I piccoli impianti rinnovabili, come i minieolici, non allacciati alla rete entro il 29 giugno per ritardi del gestore di rete, subiranno una decurtazione degli incentivi. Un’interrogazione e un'inadeguata risposta del Governo, anche sull'eventualità di una proroga che possa evitare contenziosi.

Come si procederà per gli impianti mini eolici, idroelettrici o altri a fonti rinnovabili ad accesso diretto che non sono riusciti ad entrare in esercizio entro il 29 giugno, che cioè non sono stati allacciati alla rete solo per una questione di tempistiche con il relativo gestore di rete?

La questione …

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
Contenuto a Pagamento

da QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari http://ift.tt/2tZ2mGZ
via Roberto Montanaro Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...