Dagli USA il prototipo del fotovoltaico a concentrazione su tetto

Redazione QualEnergia.it

Un gruppo di ricercatori della Penn University ha sviluppato un piccolo sistema CPV che ha raggiunto un’efficienza del 30% in due giorni di test sul campo, quasi il doppio rispetto a un sistema FV tradizionale di silicio. Il tracking avviene grazie allo scorrimento laterale della microcella, senza rotazioni di asse.

Immagine Banner: 

In futuro avremo moduli solari a concentrazione sui tetti delle nostre case?

Per ora l’ipotesi sembra molto complessa da sviluppare: gli impianti CPV (Concentrator Photovoltaic) sono costituiti da pannelli di grandissime dimensioni con sistemi di tracking per “inseguire” i movimenti del sole, quindi sono adatti alle installazioni a terra in zone con elevata radiazione solare diretta, ad esempio nella cosiddetta Sun Belt degli Stati Uniti.

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
OFF

leggi tutto

da QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari http://ift.tt/2ub5ZH4
via Roberto Montanaro Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...