Più belli e più smart: ecco i nuovi Panasonic VIERA

Potenziamento delle funzioni smart e tecnologie ulteriormente affinate – che godono di pannelli compatibili con HDR e 4K – sono i punti chiave della nuova famiglia di televisori Panasonic per il 2016. E il design è da riferimento.

La nuova generazione di televisori VIERA 4K Panasonic porta innovazioni significative nelle tecnologie UHD 4K e HDR (High Dynamic Range), mettendole alla portata di molti. Le prestazioni HDR sono condivise da tutti i modelli della gamma DX (oltre al DX900, anche i DX800, DX780, DX750, DX730 e DX700 sono compatibili con le immagini High Dynamic Range). Inoltre, l’ampia gamma di caratteristiche Smart TV è racchiusa in un design estremamente ricercato e capace di abbinarsi ai migliori interior ed adotta materiali premium che catturano lo sguardo da subito.

Panasonic_DX800_1La serie DX800 (foto sopra) è la portavoce della particolare progettazione design-oriented, con un’estetica che va oltre l’essenzialità delle linee e conferisce al prodotto una spiccata personalità. I TV DX800 anticipano l’evoluzione delle tendenze in tema di design e architettura d’interni con linee preziose ed eleganti che si integrano perfettamente negli ambienti più raffinati. Disponibile in formato da 50 e 58 pollici, questo TV è costituito da un mix di materiali e finiture di pregio e la cornice freestyle in metallo lo trasforma in una vera opera d’arte. L’esclusiva soundbar di cui è dotato si armonizza perfettamente con la struttura, sia in termini cromatici sia in termini costruttivi, con una resa sonora che non farà sentire l’esigenza di impianti audio multicanale dedicati.

Cuore versatile

Cuore e mente dei televisori VIERA 4K per il 2016 sono i nuovi chipset: il processore Studio Master HCX (Hollywood Cinema Experience, presente nei DX800/780/750), rispetto al precedente Studio Master 4K è più versatile e offre una maggiore accuratezza cromatica anche in contenuti non prodotti in HDR.I contenuti sono riprodotti fedelmente grazie ad un sistema 3D Look Up Table potenziato, già in uso nei TV Panasonic dello scorso anno. Il sistema incorpora un registro di 8.000 punti di riferimento, che permette un’accuratezza cromatica 40 volte superiore rispetto ad un TV convenzionale.

Panasonic, poi, ha dotato il top di gamma DX900 di un nuovo algoritmo di compensazione cromatica, che aumenta la precisione dei colori sullo schermo grazie alla riproduzione di sfumature e tonalità all’interno dello spazio standard Rec.709, a qualsiasi livello di luminosità.

Panasonic_DX780

Il nuovo televisore VIERA della serie DX780

E al colore ci pensano gli esperti

La nuova gamma Panasonic è stata sviluppata con il supporto del celebre colorista Mike Sowa (per il DX900) e degli altri esperti dei Panasonic Hollywood Laboratories (DX800/780/750). Il contributo di questi professionisti provenienti dall’industria cinematografica è la garanzia che riproduzione HDR e SDR sono all’altezza della visione originale del regista e dei tecnici che hanno creato quei contenuti.

Infine, il sistema operativo Firefox OS della gamma UHD (per il quale è atteso un aggiornamento entro la fine dell’anno) offre una gestione intuitiva, veloce e personalizzabile di canali TV, App, video, siti web e contenuti: gli utenti possono scegliere fra tre schermate iniziali predefinite dalle quali accedere immediatamente a trasmissioni TV, applicazioni e dispositivi personali collegati.

www.panasonic.it

 

L’articolo Più belli e più smart: ecco i nuovi Panasonic VIERA sembra essere il primo su HC | Home Comfort & Design.

da HC | Home Comfort & Design http://ift.tt/21kUTc0
via Roberto Montanaro Blog

Centum System LG, il risparmio energetico scorre silenziosamente

LG Electronics lancia la prima lavatrice dotata di tecnologia Centum System™, un innovativo sistema di sospensioni progettato specificamente per migliorare ulteriormente l’affidabilità e aumentare la vita delle lavatrici a carica frontale.

Per portare ancora innovazione nel mercato degli elettrodomestici, il dipartimento R&S di LG si è concentrato sul sistema di sospensioni introducendo l’esclusivo sistema Centum System™: ha abbandonato le molle tradizionali, utilizzate per stabilizzare la vasca esterna, per sostituirle con dei veri e propri ammortizzatori, simile a quelli utilizzati sulle automobili, in grado di ridurre vibrazioni, rumore (raggiunge solo 71 dB durante il ciclo di centrifuga) e usura del motore. La nuova tecnologia renderà le lavatrici top di gamma di LG ancora più affidabili e proprio per questo tutti i modelli dotati di Centum System™ saranno coperte da 20 di garanzia sui motori Inverter Direct Drive. La lavatrice offre anche un’eccezionale efficienza energetica di classe A+++-60% (ovvero il 60% in meno rispetto ai modelli in classe A+++).

Le lavatrici LG con tecnologia Centum System™ sono dotate anche della funzione TurboWash™, in grado di completare un ciclo con mezzo carico in soli 49 minuti: durante il ciclo di risciacquo, getti ad alta pressione rimuovono il detergente dagli indumenti utilizzando un’inferiore quantità d’acqua e di energia rispetto alle lavatrici convenzionali e ottimizzando di conseguenza i tempi di lavaggio.

LG_HA_WM_Centum-System_1Tutte le lavatrici LG con Centum System™ sono disponibili con connettività Wi-Fi. È possibile avviare i cicli di lavaggio in remoto e ricevere in tempo reale notifiche dalla lavatrice direttamente sul proprio smartphone. Grazie alla connessione NFC è inoltre possibile impostare il programma di lavaggio corretto semplicemente accostando il proprio device al pannello di controllo.

Le lavatrici con tecnologia Centum System™ saranno disponibili nei negozi italiani a un prezzo consigliato al pubblico di 2.499€.

www.lg.com/it

 

L’articolo Centum System LG, il risparmio energetico scorre silenziosamente sembra essere il primo su HC | Home Comfort & Design.

da HC | Home Comfort & Design http://ift.tt/1QFvFgS
via Roberto Montanaro Blog

Bancabilità degli impianti fotovoltaici nel settore commerciale e industriale

Redazione Qualenergia.it

Quali prospettive e condizioni per la bancabilità degli impianti FV nel settore commerciale e industriale? Per gli abbonati a QualEnergia.it PRO i video integrali e le slide dell'intervento di Giovanni Giusiano, BIT SpA, nel corso del Workshop "Come operare nei mercati del fotovoltaico in Italia nel 2016".

Mentre durante il conto energia le banche erogavano finanziamenti in modo più generoso, oggi senza tariffe incentivanti questo si dimostra più complesso e quindi serve un approccio diverso. Solo inquadrando l’installazione di un impianto FV in un intervento di efficienza energetica questo potrà essere più facilmente finanziabile.

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
Contenuto a Pagamento

leggi tutto

da QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari http://ift.tt/1WXyjpB
via Roberto Montanaro Blog

Schermature solari ed ecobonus, una guida

Redazione Qualenergia.it

La nuova guida pubblicata da FederlegnoArredo in collaborazione con la Commissione Assotende aiuta sia il consumatore nella scelta dei migliori prodotti che possono accedere alla detrazione fiscale per gli interventi di efficienza energetica, sia il rivenditore nell’assistere i suoi clienti.

FederlegnoArredo, in collaborazione con la Commissione Assotende, ha pubblicato una nuova Guida alle schermature solari per aiutare il consumatore nella scelta dei prodotti che possono accedere all’Ecobonus del 65% per gli interventi di efficienza energetica. La Legge di stabilità 2016 include ancora le tende e le schermature solari fra i prodotti per i quali è possibile richiedere l’incentivo, per un massimo di 60.000 euro.

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
OFF

leggi tutto

da QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari http://ift.tt/23dpWWy
via Roberto Montanaro Blog

Le batterie al litio che diventano quasi immortali

Redazione Qualenergia.it

Scienziati dell’Università della California hanno inventato una batteria agli ioni di litio con elettrodi a base di nanofili in oro rivistiti con un coating di biossido di manganese. Ha sopportato 200.000 cicli di carica-scarica senza nessuna frattura. Grazie a un elettrolita costituito da un gel con caratteristiche chimico-fisiche simili al plexiglas.

Un gruppo di ricerca dell’Università della California Irvine (UCI) ha inventato una batteria agli ioni di litio che può essere ricaricata centinaia di migliaia di volte con un’estrema stabilità, rendendo quindi più vicino lo sviluppo di batterie che non richiederebbero di essere sostituite dopo un certo numero di anni di funzionamento.

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
OFF

leggi tutto

da QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari http://ift.tt/1VWLYOU
via Roberto Montanaro Blog

In California un progetto pilota italiano di smart grid integrata

Sarà realizzato alla Berkeley University of California il primo progetto di smart-grid integrata che mette in collegamento pannelli solari, inverter, batterie, elettrodomestici e persino gli iPhone. Si punta ad autoconsumo, continuità elettrica in caso di black-out e ad abbassare i costi di picco della domanda. Perché non in Italia?

Verrà realizzato nell’area universitaria della Berkeley University of California il primo progetto di smart-grid integrata che mette in collegamento pannelli solari, inverter, batterie, elettrodomestici e persino gli iPhone.

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
OFF

leggi tutto

da QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari http://ift.tt/1WuSz1k
via Roberto Montanaro Blog

Post Certificati Verdi e cessione del credito: la visione del GSE

Redazione Qualenergia.it

Il Gestore resta fermo sulle sue posizioni nel negare quanto richiesto dagli operatori: il rischio d'impresa deve restare ai privati. Ma apre alla possibilità che il GSE si sostituisca alle banche. Il resoconto dell'audizione del presidente Sperandini in Commissione Industria al Senato.

Il rischio d’impresa non può essere scaricato sul GSE, ma se ne devono fare carico banche e imprenditori. Questa in sostanza la motivazione del “no” del Gestore dei Servizi Energetici di fronte alle richieste degli operatori di strumenti di cessione del credito efficaci che permettano di superare i problemi di liquidità dovuti alla transizione dal meccanismo dei Certificati Verdi al nuovo incentivo ex art. 19 del decreto 6 luglio 2012 …

Contenuto Riservato

Riservato: 
OFF

Contenuto a Pagamento

A Pagamento: 
Contenuto a Pagamento

da QualEnergia.it – Il portale dell’energia sostenibile che analizza mercati e scenari http://ift.tt/1pO1Vby
via Roberto Montanaro Blog